Quando l’azienda si vanta

Ci sono alcune cattive abitudini molto diffuse nella comunicazione delle nostre aziende. Una di queste è un certo modo di parlare dei propri punti di forza che si materializza nell’uso massivo e indiscriminato del verbo “vantare”. Quando l’azienda si vanta perde l’opportunità di stabilire un rapporto empatico con l’interlocutore.

 

Comunicazione d’impresa: ma cosa vanta, l’azienda?

Escluse poche incolpevoli imprese che si chiamano “Vanta” e l’occorrenza “vantare un credito” (che di fatto va considerata come espressione tecnica), una rapida ricerca in rete dà accesso a molti risultati.

Qualunque siano settore e dimensione, l’azienda vanta diverse cose, che però alla fine sono sempre le stesse. Ecco cosa abbiamo trovato, scegliendo fior da fiore. 

L’azienda vanta

  • un’esperienza di oltre 50 anni
  • importanti e prestigiosi clienti sia nazionali che internazionali
  • un team altamente specializzato
  • un approccio integrato e un ufficio gare interno
  • una configurazione organizzativa a più livelli
  • una vasta gamma di prodotti
  • due sedi
  • una continuità e longevità di ben oltre 50 anni
  • un nutrito numero di modelli appliance
  • oltre 2000 prodotti in magazzino
  • al suo interno una falegnameria
  • due certificazioni 
  • una superficie complessiva di 18 ettari.

 

“Vantare”, un verbo infelice

L’infelicità di questo verbo sta già nella sua etimologia: Vantare v. tr. [lat. tardo vanĭtare, propr. «essere vano», der. di vanus «vano», vanĭtas «vanità»].

E non funzionano meglio i suoi sinonimi: celebrare, decantare, elogiare, esaltare, glorificare, lodare, magnificare. 

Perché vantarsi non funziona (men che meno nella comunicazione aziendale)? 

Certo, tutte le imprese vogliono e debbono farsi conoscere comunicando con sicurezza, fierezza ed energia quello che sono e quello che possono fare per i propri interlocutori. Ma “vantare” non è il verbo giusto, perché trasmette un’identità narcisista, innamorata di se stessa, poco abituata a ragionare in termini di relazione.

Al contrario, assumere una posizione modesta non vuol dire avere obiettivi modesti: ne abbiamo parlato qui. Vuol dire anzi cercare una maggior sintonia con i propri pubblici, soprattutto in questi tempi in cui dai brand ci si aspetta una disponibilità alla conversazione e all’ascolto. 

Fonti:  https://www.treccani.it/vocabolario/vantare/  

 
 

 

Quando l’azienda si vanta

La comunicazione delle aziende è afflitta da diverse cattive abitudini. Una di queste è vantarsi.

  • Vuoi saperne di più? Scrivici!

Per imparare a scrivere meglio ci sono i nostri corsi di scrittura funzionale.

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Il tuo messaggio

    Accetto il trattamento dei dati personali.

    • Vuoi un parere sui tuoi contenuti scritti?

    Mandaci un testo: gratis e senza nessun impegno da parte tua lo analizzeremo e ti daremo la nostra valutazione.

      Il tuo nome (richiesto)

      La tua email (richiesto)

      Il tuo messaggio

      Invia il tuo testo da revisionare, puoi inviare un file di massimo 2MB di dimensioni (formati accettati: pdf, doc, docx, otf, rtf e txt).

      Accetto il trattamento dei dati personali.

      bisc_logo-rgb-07

      © 2022 Biscione Associati - P. IVA 12432570153 - Note Legali - Privacy & Cookie Policy - Web by Cooldesign